Quanto prende una babysitter. Costi per un’assistenza sicura

Quanto prende una babysitter?

Certamente, è una delle prime domande che si pongono i genitori che cercano una bambinaia.

Sebbene, sapere quanto prende una babysitter è importante, non dimentichiamoci mai che a lei sono affidati i nostri bambini.

Senza dubbio, il primo aspetto, su cui investire non è il risparmio, ma la competenza e affidabilità della bambinaia.

Affidereste il vostro piccolo ad una lavoratrice molto economica, ma di dubbie capacità?

Pensiamo davvero di no.

Pertanto, vi consigliamo sempre di rivolgervi a persone che conoscono bene il mondo dei bambini.

Sei alla ricerca di una babysitter competente?

Babysitter in regola o in nero?

Prima di affrontare la ricerca nel mercato del lavoro, è importante chiarire che pagare in nero una babysitter è un comportamento illegale e sanzionabile.

Se facciamo lavorare una ragazza senza contratto e ha un incidente sul posto di lavoro, a casa nostra, potremo avere dei problemi seri.

Senza dubbio, noi come datori di lavori siamo responsabili e dobbiamo risponderne dal punto di vista legale.

Il nostro consiglio è quello di assumere sempre una babysitter in regola.

Certamente, siamo più tutelati noi, nostro figlio e anche la lavoratrice.

Quanto prende una babysitter. Tariffe per un contratto regolare

Per scoprire qual è la paga di una babysitter con regolare contratto, dobbiamo fare riferimento al contratto collettivo nazionale per il lavoro domestico.

In breve, vediamo insieme le fasce dove può essere inserita la nostra lavoratrice con un contratto full-time :

Fascia A

La paga per questa fascia oscilla tra 624 e 738 euro mensili.

Sicuramente, la babysitter può essere al suo primo incarico o ha meno di dodici mesi di esperienza nel campo.

Almeno nel primo periodo, potrebbe essere utile starle vicino per aiutarla nell’assistenza del bambino.

Fascia B

La babysitter ha avuto precedenti impieghi: ha un’esperienza superiore all’anno.

Normalmente, il prezzo va da 795 a 851 euro mensili.

Fascia C

La retribuzione varia da 908 a 965 euro. La babysitter non ha una formazione scolastica, ma ha avuto altre esperienze lavorative, oltre i 12 mesi.

Fascia D

La bambinaia ha competenze acquisite con la formazione, ha lavorato nel settore oltre un anno ed è in grado di seguire un piccolo anche non autosufficiente.

Tuttavia, se abbiamo bisogno di una lavoratrice part-time la tariffa mensile sarà compresa tra 560 e 650 euro.

Altresì, dobbiamo tenere presente che il datore di lavoro deve affrontare anche altri costi.

Oltre alla giusta retribuzione alla babysitter spettano: le ferie, la tredicesima, i contributi INPS e INAIL e il trattamento di fine rapporto.

Quanto prende una babysitter. Costo orario

Moltissime famiglie italiane, ricorrono all’aiuto dei nonni.

Frequentemente, sono proprio i nonni che si prendono cura dei nipoti, quando i genitori sono a lavoro a hanno commissione da svolgere.

Talvolta non è possibile e allora si palesa la necessità di assumere una persona che si prenda cura del fanciullo.

Senza dubbio ci poniamo il questo: quanto prende una babysitter per questi casi di emergenza?

Normalmente, il costo che dobbiamo affrontare per ogni ora di lavoro si aggira intorno ad euro 8,06.

E’ la paga oraria media di una lavoratrice.

Certamente, questa cifra non vale per tutte le città d’Italia.

In alcune città del nord Italia, la tariffa richiesta arriva fino ad euro 8,91 mentre in altre città del sud si aggira intorno ad euro 7,50.

Altresì, influisce in maniera determinante, anche l’esperienza della babysitter.

Esperienze e servizi influiscono sui costi

Senza dubbio, una bambinaia che ha svariati anni di lavoro ci costerà un importo maggiore rispetto a una babysitter alla sua prima esperienza di lavoro.

Per una babysitter, al suo primo impiego senza esperienza la paga è di circa 6,20 euro.

Sicuramente, la tariffa oraria può aumentare se vengono richiesti ulteriori servizi(esempio aiuto compiti, patente, disponibilità in orari diversi, urgenza, eccetera).

Inoltre, il prezzo può variare a seconda dell’età del bambino da accudire.

Indubbiamente, l’assistenza di un neonato non può essere paragonabile alla cura di un fanciullo di 10 anni.

Inoltre anche le qualifiche professionali influiscono sulla paga da erogare alla lavoratrice.

Ovviamente, una babysitter che ha in mano l’attestato di un corso di primo soccorso pediatrico ha una qualifica.

Concretamente, per capire quanto prende una babysitter dobbiamo prima avere ben chiare quali sono le nostre esigenze.

Se cerchiamo una persona che ha maggiori qualifiche ed esperienza sul campo, è naturale che la paga della babysitter dovrà essere maggiore.

Come la paghiamo una babysitter occasionale?

Possiamo utilizzare lo strumento del libretto di famiglia

Sicuramente, avremo meno adempimenti amministrativi.

Per maggiori informazioni https://badacare.com/babysitter

Quanto prende una babysitter per più bambini

Ci sono famiglie che hanno, all’interno del loro nucleo familiare più di un figlio.

Oppure, due o tre famiglie concordano di contattare una persona che custodisca due o più bambini.

In questi casi, quanto prende una babysitter?

Si stabilisce una paga oraria che dobbiamo moltiplicare per il numero di bambini da guardare?

Certamente, per capire qual’è la paga, per la lavoratrice, non dobbiamo prendere in considerazione il prezzo per un bambino e moltiplicarlo per il numero dei soggetti da gestire.

Indubbiamente la tariffa da pagare è più alta ma dobbiamo distinguere:

  • se abbiamo due bambini, il costo stabilito per un bambino va aumentato del 20% circa
  • se i bambini sono più di due, allora la spesa aumenta. Il costo medio va raddoppiato o anche di più a seconda del numero dei piccoli e dell’attività richiesta.

Vi consigliamo, sempre, di chiarire in anticipo con la babysitter il servizio che desideriamo e i costi.

Ciò per evitare discussioni fastidiose in sede di pagamento della prestazione lavorativa.

Babysitter nelle ore serali

Come ultimo aspetto vogliamo affrontare il tema della sera: quanto prende una babysitter di sera?

Per quantificare il costo effettivo dobbiamo considerare alcuni fattori:

  • ore di lavoro
  • se il bambino dorme tranquillo oppure no
  • costo medio della città in cui si vive
  • se la serata è programmata da tempo oppure all’ultimo momento
  • se il giorno è feriale oppure festivo

Le variabili sono molte, ma come abbiamo già detto e teniamo a ripetere è chiarire in anticipo con la babysitter il servizio che desideriamo e i costi.

Lo staff di badacare.com

Quanto prende una babysitter. Costi per un’assistenza sicura