Sei un badante con esperienza lavorativa e referenze verificabili? Trova lavoro con Badacare.
Uncategorized

Progetto Home Care Premium 2022

Progetto Home Care Premium 2022

Come è noto a chiunque, sono vari gli impegni istituzionali che l’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale assume quotidianamente nei confronti dei cittadini. 

Quello di cui vogliamo parlarvi oggi è l’Home Care Premium, una forma di intervento attraverso cui l’INPS destina delle risorse a dipendenti e pensionati pubblici e ai loro familiari in modo da garantire loro la cura a domicilio e l’assistenza delle persone non autosufficienti.

Il bando, che è stato aperto dall’INPS il 1° luglio 2022 e che avrà durata fino al  30 giugno 2025, ha come obiettivo quello di rilevare un totale di 35.000 aventi diritto alle prestazioni previste dal progetto Home Care Premium. 

Detto ciò, a quali soggetti è rivolto Home Care Premium? E in che modo è possibile fare richiesta per il bando? Per te una guida in cui potrai avere tutte le informazioni che necessiti.

Home Care Premium 2022: a chi spetta?

Il testo pubblicato dall’INPS definisce in maniera chiara i soggetti a cui sono destinati i fondi dell’Home Care Premium non sono solo quelli con problemi a svolgere attività di tipo quotidiano

 Tra i beneficiari del bando, infatti, rientrano:

  • I dipendenti iscritti alla gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali 
  • I pensionati iscritti alla gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali
  • Nel casi in cui siano viventi, oltre alle categorie sopra elencate, hanno diritto a percepire il sostegno dell’Home Care Premium anche:
    – i loro coniugi (non in caso di coniugi separati)

– i parenti di primo grado (anche non conviventi)

– i soggetti legati da unione civile

– i conviventi

– i fratelli, le sorelle e gli affini di primo grado (nel caso in cui siano riconosciuti come tutori o curatori)
i minori orfani (sia dei dipendenti iscritti alla gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali che dei pensionati iscritti alla gestione dei dipendenti pubblici).

Le prestazioni dell’Home Care Premium

Cosa possono richiedere i beneficiari delle prestazioni dell’Home Care Premium 2022? Questi soggetti possono decidere tra due tipologie di aiuti:

  1. Contributo economico mensile: tale supporto è finalizzato a rimborsare i soggetti per le spese sostenute nell’assumere una badante con regolare contratto di lavoro.
  1. Servizi di assistenza alla persona: tale tipologia di sussidio viene erogata dai servizi sociali dei Comuni o da Enti convenzionati, una volta che il progetto socio-assistenziale è stato accettato

Come fare domanda Home Care Premium 2022?

Per ottenere i benefici previsti dal progetto Home Care Premium è necessario essere in possesso del documento Isee 2022 compilato correttamente. Tale documento deve essere presentato all’INPS con differente oggetto in base alla situazione in cui il beneficiario si trova:

  • Isee socio sanitaria del nucleo familiare del beneficiario
  • Isee del minorenne per i genitori non coniugati e non conviventi, se il beneficiario è un minore.

Una volta presentato l’Isee è possibile procedere con la domanda del sussidio ed è possibile farlo in 3 diverse maniere:

  • Accedendo al sito web dell’ INPS
  • Mediante il contact center dell’Inps, contattando i numeri verdi: 803164 da telefono fisso e 06164164 da telefono cellulare a pagamento
  • Recandosi presso un patronato locale, che inserirà il numero di protocollo dell’Isee inviato e gli estremi del verbale della Commissione medica di invalidità civile

Ricordiamo inoltre che, qualora la persona  che beneficia del contributo economico è diversa dal titolare, è necessario registrare il titolare della prestazione al servizio online Inps.

Quando scade Home Care Premium 2022?

È possibile presentare domanda per l’Home Care Premium a partire dal 1 luglio 2022 fino al 30 giugno 2025.

Home Care Premium 2022: quanto spetta?

Per determinare il valore economico del sussidio previsto dal progetto Home Care Premium ci sono vari aspetti da tenere in considerazione:

  1.  Primo fra tutti il grado di disabilità del beneficiario
  2. La situazione economica descritta nel documento Isee

Analizziamo le varie casistiche

DISABILI GRAVISSIMI

VALORE ISEEFASCIA 1FASCIA 2FASCIA 3
fino 8.000€1.250€1.050€850€
da 8.000,01€ a 16.000€1.150€950€750€
da 16.000,01€ a 24.000€1.050€850€700€
da 24.000,01€ a 32.000€950€750€550€
da 32.000,01 a 40.000€850€650€450€
oltre 40.000€750€550€350€

DISABILI GRAVI

VALORE ISEEFASCIA 1FASCIA 2FASCIA 3
fino 8.000€500€400€300€
da 8.000,01€ a 16.000€400€300€200€
da 16.000,01€ a 24.000€300€200€100€
da 24.000,01€ a 32.000€250€150€50€
da 32.000,01 a 40.000€200€100€0€
oltre 40.000€150€50€0€

DISABILI MEDI

VALORE ISEEFASCIA 1FASCIA 2FASCIA 3
fino 8.000€400€300€200€
da 8.000,01€ a 16.000€300€200€100€
da 16.000,01€ a 24.000€200€100€50€
da 24.000,01€ a 32.000€150€50€0€
da 32.000,01 a 40.000€100€0€0€
oltre 40.000€50€0€0€

A questi importi va sottratto poi il valore mensile dell’indennità di accompagnamento o delle (eventuali) altre indennità riconosciute al beneficiario del sussidio. Il valore massimo del contributo è di 1250 euro per disabili gravissimi che presentano un Isee inferiore a 8.000€.

Progetto Home Care: rimborso spese badante

Come accennavamo sopra, grazie all’Home Care premium i dipendenti pubblici possono richiedere un contributo economico per attenuare le spese effettuate per l’assunzione di una badante. 

Tuttavia, affinché il beneficiario del contributo INPS possa ricevere il rimborso per le spese di assunzione di una badante, è necessario che tale assunzione venga dimostrata ( e che quindi avvenga la regolarizzazione della badante)

Per fare ciò, bisogna inviare all’INPS la denuncia dell’assunzione e il pagamento effettuato alla badante (allegando la busta paga, la ricevuta dell’assegno o il bonifico). 

Noi di Badacare possiamo darti un grande aiuto e grazie al nostro portale siamo in grado di agevolare enormemente la ricerca del badante.