fbpx
Sei un badante con esperienza lavorativa e referenze verificabili? Trova lavoro con Badacare.
Assistenza anziani badante

Contributi badante: Una guida pratica per il pagamento

Contributi badante: Una guida pratica per il pagamento

Il pagamento dei contributi badante è un aspetto imprescindibile che spetta al datore di lavoro che assume un badante all’interno del proprio nucleo familiare.

Tuttavia, per effettuare il pagamento attenendosi alle regole, occorre che si rispettino determinate linee guida in modo da assicurarsi di effettuare gli adempimenti in modo corretto.

A tal fine, noi di Badacare abbiamo predisposto una guida pratica che indica come pagare i contributi dei badanti.

Regole principali per i contributi badanti

Esistono degli elementi cardine che guidano il datore di lavoro al pagamento dei contributi del badante.

Di seguito, indichiamo i principali quattro:

  1. Il pagamento dei contributi è obbligatorio per il datore di lavoro e garantisce il diritto alla pensione, il congedo di maternità, l’assicurazione contro gli infortuni domestici e la disoccupazione per il badante.
  2. Il pagamento dei contributi badante deve essere organizzato dal datore di lavoro in quattro scadenze trimestrali. (Aprile, Luglio, Ottobre, Gennaio)
  3. Per il rapporto di lavoro a tempo determinato si applica un contributo addizionale (Articolo 2, comma 28, legge 28 Giugno 2012, n.92) corrispondente all’1,40% della retribuzione imponibile ai fini previdenziali. Il suddetto contributo non si applica per i lavoratori assunti in sostituzione dei lavoratori assenti.
  4. Per il contratto a tempo indeterminato, se le ore lavorate sono superiori a ventiquattro ore settimanali, il contributo è fisso. Mentre, se le ore sono inferiori o uguali a ventiquattro ore settimanali, il contributo cambia in base alla fascia oraria.

Come si calcolano i contributi badante

Per pagare i contributi del badante, occorre tenere in considerazione le seguenti voci:

  • Sommatoria tra la retribuzione concordata, la quota di tredicesima mensilità, il totale delle ore effettuate nel trimestre (13 settimane) e la quota di vitto e alloggio se il lavoratore è convivente.
  • Le ore lavorate nella settimana. Se le ore sono superiori a ventiquattro, il contributo è fisso, mentre se inferiori o uguali a ventiquattro ore, il contributo dipende dalla fascia oraria di riferimento.
  • La fascia contributiva calcolata sulla base della retribuzione effettiva.

Scadenze per pagare i contributi badante

La scadenza è trimestrale, precisamente nei mesi di Aprile, Luglio, Ottobre e Gennaio.

Il pagamento dei contributi deve avvenire entro i primi dieci giorni successivi del trimestre di riferimento.

  • PRIMO TRIMESTRE (1-10 Aprile)
  • SECONDO TRIMESTRE (1-10 Luglio)
  • TERZO TRIMESTRE (1-10 Ottobre)
  • QUARTO TRIMESTRE (1-10 Gennaio)

Se il pagamento dei contributi non dovesse rispettare la scadenza di riferimento, si applicherebbero determinate sanzioni INPS.

Modalità di pagamento

Sussistono diverse modalità di pagamento dei contributi badante, che riportiamo di seguito:

  • Online, attraverso il sito inps.it, con carta di credito accedendo al “Portale dei pagamenti”. Si accede alla Home Page e si clicca sulla sezione “Servizi online”.
  • Avvisi di pagamento PagoPa inviato dall’Inps o generato in autonomia attraverso il sito inps.it. Si accede al “Portale dei pagamenti” e si genera l’avviso di pagamento PagoPa. Una volta in possesso della documentazione necessaria, si effettua il pagamento presso le Banche o gli “Uffici postali”.
  • Chiamare il Contact Center dell’Inps al numero verde 803164, e si effettua il pagamento con carta di credito.
  • Attraverso i soggetti aderenti al circuito “Reti amiche”, come tabaccherie, sportelli bancari, uffici postali.

Leggi anche: Assumere la badante per un mese, i consigli per non commettere errori

Gestione amministrativa del badante con Badapay

Servizio di Badapay

Per il datore di lavoro, assicurarsi di compiere in modo corretto dell’assunzione del badante e i vari adempimenti durante il rapporto lavorativo, rappresenta sicuramente un elemento di incertezza e un rischio di commettere degli errori.

Per questa ragione, Badacare ha realizzato il servizio Badapay, ovvero lo strumento online con cui poter assicurarsi circa la corretta gestione amministrativa del badante. Il servizio di Badapay prevede:

  • Contratto badante
  • Buste paga mensili
  • Comunicazione trimestrale dei contributi
  • Calcolo tfr
  • Certificazione annuale

Quindi, grazie al servizio di Badapay, assumere e gestire l’amministrazione di un badante è più semplice e sicuro.

Accedi ora al servizio di Badapay, per l’amministrazione del badante.

Stefano Pepe | Fondatore Badacare