Badante di condominio: l’assistenza condivisa

badante di condominio

Assumere la badante di condominio è un progetto ambizioso e al passo con i vantaggi della sharing economy

Ma, vediamo cosa si intende per “badante di condominio” e tutte le sue implicazioni. 

Perché nasce il progetto badante di condominio

Oggi, viviamo in un contesto sociale in costante evoluzione. 

A cambiare sono, soprattutto, gli scenari sociali e demografici che hanno avuto e hanno un forte impatto sugli stili di vita odierni

Ad esempio, le famiglie, non potendo contare su molti figli, hanno minori possibilità di trovare un caregiver familiare nel proprio nucleo. 

Mentre, l’alternativa al caregiver familiare, è la badante o assistente domiciliare. 

Tuttavia, nonostante i vantaggi dell’assumere una badante affidabile e competente, questa scelta ha un costo. 

Che non tute le famiglie possono sostenere. 

Quindi, queste sono le ragioni che hanno portato la società ad inventarsi questa soluzione originale. 

La badante di condominio. 

Il concetto di base, vede diverse famiglie all’interno del condominio condividere i servizi di una singola badante. 

Come coordinare il progetto di condivisione

assistenza anziani su misura

Per rispondere a tutte le domande in tema di organizzazione e coordinazione del progetto, abbiamo cretato questa FAQ (Risposte a domande frequenti)

  • Chi si prende carico di cercare la badante di condominio?

Dunque, in ottica di coordinamento, è importante che le famiglie si possano dividere i compiti. 

In questo caso, occorre che chi abbia capacità relazionali possa incontrare la badante e verificare che sia in possesso di capacità per affrontare il ruolo. 

Infatti, la scelta in base alle attitudini comportamentali e alle competenze acquisite è cruciale per scegliere la persona giusta. 

In termini caratteriali, la persona giusta è una persona flessibile alle diverse situazioni che incontrerà. 

Ogni famiglia è a sè e ogni assistito richiede un trattamento su misura. 

Per questo, la badante deve essere sia disponibile che in grado di rispondere a queste richieste. 

In alternativa, potete scegliere una badante iscritta nella rete di badacare.com, scegliendo con garanzia di esperienza e referenze

Cercate una badante qualificata?

 
  • Chi sostiene i costi della ricerca, selezione del servizio?

Rispetto ai costi, esistono due tipi di costi. 

Il costo tempo e il costo economico. 

Ovvero, se si decide di scegliere una badante di condominio per contro proprio, il costo sarà il vostro tempo. 

Con un potenziale rischio di incorrere in molti costi economici inutili, nel caso la badante non dia garanzia di affidabilità. 

Ad esempio, se si cambiano troppe badanti, le famiglie dovranno sostenere più volte i costi di preparazione di contratti e altre spese ammininistrative. 

Mentre, il costo economico, se ben oculato, può essere direzionato verso un’organizzazione che si prenda cura di farvi incontrare con la badante giusta. 

Il vantaggio di essere in più famiglie è quello di poter ottenere il miglior servizio dividendone i costi. 

Quindi, spendendo molto meno rispetto ad una singola famiglia. 

  • Chi assume e paga la badante di condominio?

Questa, probabilmente, è la scelta più importante. 

Il legislatore, nel 2013, nel C.C.N.L. per i Dipendenti da Proprietari di Terreni e Fabbricati, prevede la possibilità di assumere, come dipendente del condominio, un collaboratore domestico addetto all’assistenza di anziani e bambini.

Quindi, il datore di lavoro è il condominio per intero.

Magari, consigliamo un accordo scritto tra le famiglie per la responsabilità civile e penale, in caso di illeciti di una famiglia facente parte del progetto. 

Leggi anche: Quanto e come pagare la badante?

  • Come coordinare il lavoro della badante di condominio?

La badante di condominio, se assunta come badante convivente, le famiglie avranno a disposizione le solite 54 ore. 

Quindi, occorre che le famiglie usufruiscano dei suoi servizi nelle ore che ne hanno più bisogno. 

Il pagamento andrà suddiviso in base alle ore godute da ciascuna famiglia. 

Inoltre, noi di Badacare, consigliamo di fissare un incontro tra le famiglie ogni mese o due, per fare il punto della situazione rispetto al rapporto con la badante. 

Mentre, per la badante, è indispensabile faccia presente i propri bisogni e le proprie necessità. 

La relazione è multifattoriale e adattarsi alle diverse esigenze comporta degli stress emotivi che le famiglie devono prendere in considerazione per aiutare la badante.

  • Che tipologia di assistiti si possono gestire?

 L’assistenza anziani, disabili e malati “possibile” in regime di badante di condominio è un’assistenza alla persona sostenibile. 

Per sostenibile intendiamo casi in cui non sia presente una condizione di totale non autosufficienza. 

Perfetta è la condizione, ad esempio, di anziani autosufficienti che, per via dell’età, trovano molto stancanti alcune attività domestiche. 

Come cucinare, fare la spesa e pulire casa. 

Oppure, il caso di assistiti che necessitano di una badante in grado di fargli da compagnia. 

In conclusione

Insomma, realisticamente, la badante di condominio è un progetto importante che le famiglie decidono di intraprendere. 

Per consentire che lo stesso funzioni è indispensabile il ruolo del coordinamento e il rispetto dei ruoli. 

Noi di Badacare siamo al tuo servizio per scegliere la giusta badante di condominio!

Contattaci Gratuitamente

 

Lo staff di badacare.com

Badante di condominio: l’assistenza condivisa