10 Consigli Per Scegliere La Badante

scegliere la badante consigli

Scegliere la badante giusta non è mai una scelta semplice.

Molte famiglie fanno da sè, altre si affidano ad organizzazioni come la nostra per trovare la badante su misura.

Ma, quali sono i criteri corretti per scegliere la badante giusta?

Noi di badacare.com ti diamo dieci consigli per compiere la scelta giusta.

Primo Consiglio

In primis, per scegliere la badante, è necessario individuare quali siano le difficoltà dell’anziano.

Ad esempio, occorre capire se il soggetto ha bisogno di aiuto nella somministrazione dei medicinali, nell’alimentazione, nella cura personale, nella pulizia della casa eccetera.

Infatti, serve individuare una badante che abbia dimestichezza in queste attività per esperienze passate e/o formazione ricevuta.

Secondo Consiglio

Dopo aver analizzato per bene i bisogni è importante e fondamentale descrivere con chiarezza le mansioni che la badante deve svolgere.

E’ utile indicare eventuali qualifiche richieste.

Le qualifiche, se in possesso della badante, riducono l’incertezza della famiglia nei suoi confronti.

Terzo Consiglio

Concretamente, la ricerca per scegliere la badante può occupare molto tempo.

Spesso, ci si affida al passaparola di amici o conoscenti, ma considerando che affideremo alle cura della badante il nostro padre o la nostra madre; vi consigliamo di rivolgervi sempre a professioniste del settore, onde evitare spiacevoli sorprese. 

Grazie al servizio di Badacare si entra in contatto, unicamente, con badanti con esperienza e referenza positive.

Il primo colloquio è gratuito, solo se il profilo proposto da Badacare è idoneo alle vostre esigenze, bisognerà pagare una quota annuale.

Contattaci Gratuitamente

La quota riguarda la selezione di un prima badante e le sue sostituzioni.

Quarto Consiglio

Prima di contattare le badanti telefonicamente, è preferibile avere pronte alcune domande da sottoporre ai candidati.

Ciò, vi aiuterà a comprendere chi vi trovate di fronte e ad individuare la persona giusta. 

 

Vuoi che siamo noi di Badacare a fare questo lavoro al tuo posto?

Contattaci Gratuitamente

Quinto Consiglio

Adesso, è il momento del colloquio.

Durante il colloquio, vi consigliamo di prestare attenzione alla reazione del vostro familiare che deve usufruire dell’assistenza.

Infatti, è importante che nasca, sin da subito, una relazione empatica tra anziano assistito e badante.

Se l’anziano fa cenni come ad annuire o sorride, allora la badante potrebbe essere la persona giusta.

Sesto Consiglio

Inoltre, le famiglie potrebbero avere delle richieste o requisiti particolari.

Per questo, è importante accertarsi che la badante risponda ai requisiti.

Ad esempio, la mobilità di un assistito robusto, richiede un assistente familiare idoneo perchè robusto.

Settimo Consiglio

Sebbene, di norma le persone sono oneste, controllate che la badante non abbia precedenti penali.

Queste verifiche si possono effettuare tramite il tribunale.

Ottavo Consiglio

Se l’anziano soffre di una patologia specifica è, indubbiamente preferibile che la badante abbia gestito e assistito casi simili in passato. 

Con la selezione sul portale badacare.com, le famiglie possono selezionare in autonomia la situazione specifica, ad esempio Alzheimer, e incontrare badanti esperti.

Nono Consiglio

Adesso è il momento della stesura dettagliata del contratto o lettera di assunzione.

Occorre:

  • la descrizione del lavoro,
  • indicare atteggiamenti non ammessi sul lavoro,
  • specificare ore lavorative, 
  • la modalità del versamento e l’importo della retribuzione,
  • le informazioni sulla risoluzione del contratto (che deve essere datato e firmato dal lavoratore e dal datore di lavoro).

Per approfondimenti leggi: Lettera assunzione per badante – fac simile 

Decimo Consiglio

Tuttavia, una volta assunta la badante è sempre importante monitorare lo stato psico-fisico dell’anziano. 

Andate spesso a visitarlo e parlate con la badante.

Il ruolo del Caregiver familiare è fondamentale per l’armonia che si instaura tra la badante e la famiglia.

Infatti, il suo ruolo è quello di controllare che tutto funzioni per il meglio.

Inoltre, molte famiglie commettono l’errore di scaricare tutto sulla badante.

In questo caso, si generano casi di burnout sfavorevoli per una piacevole convivenza.

 

Nonostante i consigli, ti serve aiuto a trovare una badante competente?

Contattaci Gratuitamente

Approfondimenti

Con questi dieci consigli, avete a disposizione una cassetta degli attrezzi per non commettere errori.

E, per scegliere la badante giusta per voi.

Ma, entrando nel pratico, i seguenti paragrafi vi danno una maggiore mano…

Cosa chiedere in un colloquio per scegliere la badante

Vi elenchiamo, ad esempio, alcune delle possibili domande da sottoporre alle candidate:

  • Ha con sé la carta d’identità e il codice fiscale? Ha con sé il permesso di soggiorno? Ciò ci permetterà di identificare la persona che si trova di fronte a noi.
  • Quanti anni di esperienza ha nel settore? Mi racconti delle sue esperienze. Ciò ci permetterà di valutare se le esperienze sono idonee all’assistito. (Preparate degli esempi concreti per migliorare la vostra valutazione).
  • Conosce bene l’italiano? E’ essenziale che la badante conosca la lingua dell’assistito. Sia orale ( per poter dialogare con lo stesso). Sia scritta (affinché sia  in  grado di leggere una prescrizione medica e per somministrare eventuali farmaci).

Ma, una cosa è fondamentale, ricordatevi che caratteristiche essenziali sono la pazienza, la dolcezza, l’attitudine all’ascolto e al dialogo con l’assistito.

Se la badante dimostra queste attitudini e competenze, allora siete a buon punto.

Cosa deve fare una badante convivente

Certamente, ai familiari spetta il compito di illustrare con precisione le mansioni che dovrà svolgere la badante convivente.

E’ utile lasciare una sorta di diario settimanale dove poter appuntare tutte le incombenze da svolgere durante la settimana.

Indubbiamente, la badante dovrà prendersi cura dell’anziano e fargli compagnia.

Inoltre dovrà aiutarlo nelle attività nelle quali non è in grado di svolgere in autonomia e principalmente di occuparsi:

  • dell’igiene dell’anziano
  • della preparazione pasti,
  • di tenere in ordine la casa
  • della somministrazione dei farmaci secondo le prescrizioni mediche

Relazione anziani e badante convivente

Senza dubbio, tra gli anziani e la propria badante si instaura da subito un rapporto umano che si deve fondare sull’empatia e sulla fiducia reciproca.

Effettivamente, si stabilisce un legame che aiuta l’assistito a sentire meno il peso della solitudine.

Questa relazione deve favorire il benessere psichico dell’anziano.

Per questo è di primaria importanza che la badante sappia ben comunicare con il suo assistito.

Indubbiamente è fondamentale che la scelta ricada su una professionista del settore.

Errori da non fare con la badante

Dunque, vediamo insieme gli errori che dobbiamo evitare:

  • Mettere personalmente annunci di ricerca su internet. E’ indubbiamente rischioso. Potreste essere invasi da risposte. Perdere molto tempo per valutare le candidature. Ritrovarvi con poche certezze sulle referenze delle persone che hanno risposto all’annuncio. Cercate di affidarvi a professioniste serie. Ricordatevi sempre che state affidando loro un vostro caro.
  • Decidere voi per il vostro caro senza renderlo partecipe. E’ importante che per il suo benessere sia coinvolto fin da subito nella scelta.
  • Scegliere dietro consigli di amici o conoscenti. Occorre valutare per ogni caso concreto le esigenze e lo stato di salute dell’anziano. Ogni anziano è una persona a sé e ha bisogno di una badante a regola d’arte per lui.

Per maggiori informazioni sui nostri servizi…

Contattaci Gratuitamente

Lo staff di badacare.com

10 Consigli Per Scegliere La Badante