Badante in regola: ti conviene 10 volte

badante in regola

E’ meglio una badante in regola oppure una badante in nero?

In regola!

In questo articolo ti spiegheremo il perché.

Sempre più famiglie devono riuscire a rispondere a questo quesito.

In questi ultimi anni, è notevolmente cresciuta l’esigenza di ricorrere ad un aiuto nella cura degli anziani.

Certamente, assumere una badante in regola comporta alcuni adempimenti.

La presa in servizio della nostra badante va comunicata al Centro dell’impiego e ad organi come INPS ed INAIL.

Spesso, le famiglie si sentono in totale solitudine e completamente abbandonate.

In aggiunta, c’è il lato economico.

Per l’assunzione di una badante in regola, oltre all’importo della retribuzione mensile, dobbiamo aggiungere i contributi e tasse.

Queste difficoltà e questi costi possono indurre ad affidarci a collaboratrici in nero.

Indubbiamente, a prima vista ci sembra la soluzione più semplice e meno costosa.

Dobbiamo, però, sempre considerare che alle badanti è affidata la cura di nostra mamma o di nostro papà.

Sicuramente, vogliamo assumere una persona competente e qualificata, con esperienza.

Certamente, assumere una badante in nero, ci darà meno garanzie.

Senza considerare il fatto che assumere una badante in regola è un nostro dovere.

Il nostro ordinamento giuridico prevede sanzioni gravi.

Ricordiamoci che far lavorare una badante in nero è un comportamento illecito.

I 10 motivi per assumere una badante in regola

Vediamo insieme gli aspetti positivi che sorgono dalla scelta di una badante in regola.

I primi 5 motivi 

– La scelta di una badante in regola ci dà la tranquillità sulla identità della stessa.

Possiamo verificare che la collaboratrice ha tutti in documenti in regola.

Se italiana o con cittadinanza di un paese della comunità europea dovrà fornirci carta d’identità e tesserino sanitario.

Se, invece è extra-comunitaria dovrà avere con sé regolare permesso di soggiorno.

– L’assunzione di un badante in regola prevede un periodo di prova.

Questo ci permetterà di verificare che la persona scelta abbia le giuste caratteristiche che cerchiamo.

Certamente, ci dà l’opportunità di verificare oggettivamente come si relaziona con il nostro anziano.

– Diritto di recedere dal contratto in qualsiasi momento durante il periodo di prova.

Se la badante non rispecchia le nostre aspettative, possiamo interrompere il contratto indicando le motivazioni del recesso.

– Assumendo la badante in regola avremo indicate con certezza le mansioni da svolgere come da CCNL.

Nel contratto collettivo nazionale sono delineati i livelli di inquadramento che differiscono

a seconda delle mansioni e delle qualifiche in possesso dalla lavoratrice.

Avremo la certezza che la badante abbia le qualifiche giuste per assistere bene il nostro anziano.

– La badante in regola ha diritto a 26 giorni di ferie per ogni anno di lavoro svolto.

I lavoratori stranieri possono concordare con il proprio datore di lavoro di sommare due annualità di ferie.

La chiarezza ci permetterà di gestire con efficacia e serenità il periodo delle ferie.

Altri 5 motivi per la scelta giusta

La retribuzione da erogare è chiaramente indicata nel contratto collettivo nazionale del lavoro domestico.

I minimi retributivi sono indicati chiaramente dalla legge.

– Quando dovremo compilare la dichiarazione dei redditi possiamo usufruire della deduzione dei contributi INPS versati.

Oltretutto, per chi assume una badante in regola per l’assistenza di un soggetto non autosufficiente è prevista un’ulteriore detrazione.

Il datore di lavoro può licenziare senza preavviso quando si verificano casi gravi.

Quali sono i gravi casi che possono determinare un licenziamento immediato?

Certamente episodi di furto,di minacce oppure di violenza sull’anziano.

Questo significa: maggior tutela per il nostro caro.

– Una gestione regolare del rapporto di lavoro ci mette al riparo da eventuali cause nel futuro.

– Senza dubbio scegliere una badante in regola ci darà maggiori garanzie sulle qualifiche , sulla professionalità e sul lavoro eseguito.

Per approfondire leggi: Badante qualificata, come riconoscerla

Contattaci Gratuitamente

I rischi dell’assunzione di una badante in nero

Verificati i costi e gli adempimenti amministrativi per l’assunzione di una badante in regola sorge la domanda.

Ma non è meglio assumere una badante in nero?

Possiamo rispondere con assoluta convinzione di no.

Vediamo insieme i motivi che ci fanno dire no alla badante in nero.

Ci sono varie sanzioni amministrative che il nostro ordinamento giuridico prevede per questo comportamento illecito:

  1. sanzione per omessa assunzione
  2. sanzione per omessa iscrizione all’INPS
  3. versamento dei contributi INPSE’ importante sottolineare che oltre all’erogazione di tali contributi, il datore di lavoro sarà obbligato a pagare ulteriori soldi.

Il datore di lavoro sarà anche tenuto a versare altro denaro per ogni giorno di lavoro nero, come contributo previdenziale non versato allo Stato.

Oltre alle sanzioni amministrative, elencate, non possiamo omettere l’illecito penale.

Se, per esempio, abbiamo assunto una badante extra-comunitaria senza permesso di soggiorno, la pena prevista è dai 3 ai 12 mesi di reclusione e ad un’ammenda di 5.000,00 euro.

Solitamente i pagamenti di una badante in nero avvengono in contanti.

Inoltre, la stessa badante potrà chiederti stipendio, tredicesima, ferie, permessi e TFR sostenendo di non aver ricevuto tali somme.

Senza avere in mano una traccia scritta, potremmo rischiare di essere sottoposti ad un vero grande salasso economico.

Ma anche se muniti di una ricevuta scritta, saremo comunque tenuti ad integrare con quanto disposto dalla legge.

La scelta giusta: badante in regola

Possiamo concludere evidenziando che l’assunzione di una badante in regola è la scelta giusta.

Sicuramente, in un primo momento può apparire meno vantaggioso dal punto di vista economico.

In un secondo momento vedremo i vantaggi: far lavorare in nero una badante si rivela  molto rischioso e pericoloso.

Dobbiamo poi considerare possibili furti o addirittura violenze nei confronti dell’assistito.

Questi comportamenti illeciti sono difficilmente dimostrabili se la nostra badante lavora in nero.

E poi, affidereste la cura di un vostro familiare debole ad una persona di dubbia professionalità?

Indubbiamente, no.

Analizzata la situazione i rischi sono davvero maggiori ai vantaggi.

La decisione si assumere una badante in regola ci garantirà una professionalità certa.

Inoltre, avremo una maggiore qualità del servizio offerto.

Leggi anche: Assumere una badante in nero, quali sono i rischi

Per questo, noi di badacare.com siamo disponibili ad aiutarti a cercare la badante in regola adatta alle esigenze del tuo assistito.

Contattaci Gratuitamente

Lo staff di badacare.com

Badante in regola: ti conviene 10 volte