Badante convivente o lungo orario? Ecco come scegliere

badante convivente o lungo orario

Hai dei genitori anziani e sei indeciso/a se scegliere una badante convivente oppure optare per il lungo orario?

Beh, non serve allarmarsi perchè in questo articolo spieghiamo punto per punto tutti gli aspetti da considerare prima di prendere la decisione.

La decisione che ti porterà a scegliere convivenza e lungo orario.

Quando scegliere la badante convivente 

Inserire un estranio in casa non è una scelta semplice.

Spesso, perchè le famiglie e gli assistiti sono riluttanti e faticano a perdere la propria privacy.

Invece, altre volte, i genitori vorrebbero essere assistiti dai propri figli (caregiver familiare) e non affidarsi a terzi.

Sebbene, molte volte, questa volontà sia inattuabile per via del lavoro e degli impegni personali dei figli.

Inoltre, in certe situazioni, l’unica soluzione assistenziale è la convivenza, che prevede la presenza costante di una badante in casa.

Ma, quando scegliere la badante convivente?

Per rispondere a questa domanda serve accorgersi di alcuni segni della persona da assistere:

  • La persona riporta lividi, spesso, questi sono dovuti a cadute o a botte accidentali. Segno che la persona non è in perfetto equilibrio.
  • Se la persona bagna il letto di notte a causa dell’inabilità di raggiungere il bagno.
  • Quando si fa troppo affidamento su strumenti di sostegno come il bastone o al passamano delle scale.
  • L’anziano vaga fuori casa, oppure si perde nel tragitto di ritorno verso casa.
  • Aumenta la cofusione mentale a causa della demenza senile.
  • La persona lamenta a più riprese di sentirsi da sola e in solitudine.
  • Attività semplici come bere e mangiare risultano complicate.

Quindi, quando si presentano uno o più di questi sintomi, occorre pensare ad una badante convivente.

Che relazione aspettarsi con la badante convivente?

Affinchè si scelga la badante giusta, occorre coprendere che relazione aspettarsi.

Infatti, il ruolo della badante, specie se convivente, è quello di sapersi inserire al meglio all’interno del nuovo nucleo familiare.

Le caratteristiche di un assistente familiare valido sono i seguenti:

  • Carattere compassionevole: assisterere una persona con deficit motorio e/o psicologico richiede un’adeguata comunicazione, che tende a comprendere le difficoltà dell’assistito in modo compassionevole. Servono grande pazienza e dolcezza nell’esprimersi.
  • Fiducia reciproca: soprattutto all’inizio, comunicare con l’assistito non è semplice. Lui o lei si rivolgeranno alla badante il meno possibile. Quindi, la badante dovrà farsi trovare pronta alle prime richieste dell’assistito, costruendo la fiducia giorno dopo giorno.
  • Comprendere i gusti dell’assistito: la badante, per rispettare appieno il proprio ruolo, deve attenersi ai gusti dell’assistito. Ad esempio, se all’ssistito piacciono le parole crociate, allora la badante dovrà ritagliare del tempo per lo svolgimento dell’attività d’interesse.
  • Rispetto reciproco: il ruolo di badante presume, sin dall’inizio, il controllo sull’assistito. Infatti, la badante esercita un controllo sulla salute, il benessere e la sicurezza dell’assistito. La badante dovrà maneggiare con cura questo potere, nel rispetto della persona da assistere.

Leggi anche: Badante convivente, la guida completa per l’assunzione

Le ultime considerazioni prima di scegliere

Come abbiamo descritto in precedenza, dobbiamo essere consapevoli dei sintomi di non autosufficienza di una persona anziana.

Prima di prendere qualsiasi decisione.

E, inoltre, capire cosa aspettarci dal rapporto con la badante.

Solo allora, si potrà prendere la decisione corretta e iniziare al meglio il rapporto con la badante.

 

Cerchi una badante convivente?

Quando scegliere il lungo orario?

Il lungo orario, in alternativa alla convivenza, consente alla famiglia e all’assistito di mantenere ancora la propria indipendenza.

Caratteristica fondamentale per mantenersi in uno stato di autosufficenza.

Perciò, prima di optare su questa scelta occorre riscontrare che non sussistano i segni di non autosufficienza descritti in precedenza.

Infatti, se l’anziano è ancora in grado di svolgere le principali attività, ma necessità solo di un aiuto, allora il lungo orario è la scelta ottimale.

Quali attività svolgere con la badante di lungo orario?

Le attività che l’assistito e la badante possono svolgere in compagnia sono molteplici.

Di seguito riportiamo una lista di attività:

  • Andare a fare la spesa per conto dell’anziano
  • Pulire la casa
  • Cucinare
  • Giocare a carte o ad altri giochi di coppia
  • Passeggiare all’aperto in compagnia
  • Fare semplici esercizi di attività fisica
  • Etc…

Le ultime considerazioni prima di scegliere

Insomma, le attività sono infinite ed è impossibile elencarle tutte.

Come nel caso della badante convivente, anche per il lungo orario, occorre creare un’intesa tra badante e assistito.

La comunicazione con una persona autosufficiente potrebbe essere facilitata.

Ma, serve comunque mantenere un atteggiamento compassionevole.

E costruire una relazione di complicità giorno dopo giorno.

Se questa relazione si instaura, si crea fiducia reciproca e lo stato di autosufficienza dell’anziano potrebbe prolungarsi.

Cerchi una badante di lungo orario?

In conclusione

Scegliere una badante convivente o di lungo orario è una scelta complessa perchè richiede di tenere in considerazione molteplici fattori.

Inoltre, a rendere difficile questa decisione è l’aspetto psicologico e il carattere delle persone.

L’inserimento di una nuova persona nel proprio domicilio va studiato in tutti i suoi aspetti.

Solo lasciando niente al caso, consentirà di vedere l’assistenza ricevuta come un valore aggiunto.

Noi di badacare.com siamo esperti del settore e possiamo mettervi in contatto con badanti compassionevoli.

Cerchi una badante qualificata?

Lo staff di badacare.com

Badacare è una startup innovativa a vocazione sociale che, attraverso la piattaforma badacare.com, consente alle famiglie di entrare in contatto con i migliori assistenti familiari della propria zona.

Il nostro motto è “L’assistenza su misura per i tuoi cari” perchè ci teniamo che ogni famiglia abbia un’assistenza personalizzata sulle proprie esigenze.

 

Badante convivente o lungo orario

 

Badante convivente o lungo orario? Ecco come scegliere